Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Strumenti personali
Tu sei qui: Portale
Newsgroup
Google Gruppi
GIR - Gruppo Interdivisionale di Radiochimica
Visita questo gruppo

Gli eventi verranno segnalati solo tramite questo newsgroup: iscriviti!

Chiunque può visualizzare i contenuti del gruppo ma solo i membri del gruppo possono postare.
Si diventa membri solo su invito.
Per essere invitati mandare una mail a: xxx.yyy@mi.infn.it

 

Welcome to G.I.R., Interdivisional Group of Radiochemitry and Radiation Chemistry applied to environment, health and industry, Italian Society of Chemistry

 

il GIR patrocinia il III° CONGRESSO NAZIONALE GICR

Relazione GICR

Sirr 2009

Presentation GIR 2009 - Image

 

 

Il nucleare italiano esce dal letargo!

Prendendo spunto dalla firma degli accordi italo-francesi per la costruzione di centrali nucleari in Italia, su iniziativa del chairman del GIR e con il consenso dei membri del Gruppo, è  stata inviata al Presidente della SCI, Luigi Campanella, una richiesta affinché la Presidenza del Consiglio dei Ministri sia messa a conoscenza dell’ esistenza di competenze di chimica nucleare e radiochimica che potrebbero essere utili per il Paese.

 

Milano, 27 febbraio, 2009

A:  Luigi Campanella
Presidente, SCI

 

Egregio Sig. Presidente,
il 24 febbraio 2009 è stato firmato un protocollo di intesa tra il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, e il Presidente della Repubblica francese, Nicolas Sarkozy, per la realizzazione di quattro centrali nucleari in Italia a partire dal 2020. Tale giorno può essere di fatto considerato una data storica, ovvero il riavvio del nucleare in Italia.
Poiché il rilancio del nucleare  potrebbe aprire  nuove prospettive relative alla visibilità e alla crescita del GIR,  chiedo alla Presidenza della SCI, visto anche il parere favorevole dei membri del GIR, di valutare la possibilità di farsi promotrice di un’iniziativa presso le opportune sedi (Presidenza del Consiglio e/o Ministeri interessati) in cui venga evidenziata:

(i) l’esistenza del GIR e le sue finalità

(ii) la disponibilità del GIR a contribuire, con competenze di tipo scientifico-tecnico, all’operazione “rilancio del nucleare”

(iii) il ruolo indispensabile che la radiochimica e la chimica nucleare rivestono nella gestione del nucleare

(iv) la disponibilità del GIR di proporsi come interlocutore scientifico per riannodare con l’opinione pubblica un dialogo relativo all’uso pacifico dell’energia nucleare e della radiochimica (ad es. attraverso dibattiti, conferenze, workshops), allo scopo di creare nella popolazione, e soprattutto nei giovani, una moderna ed equilibrata visione delle problematiche del nucleare e delle sue applicazioni.
Grazie per l’attenzione e cordiali saluti

Enrico Sabbioni
Coordinatore del GIR

Roma, 3 marzo 2009

Al Presidente del Consiglio
On. Silvio Berlusconi


Al Ministro dello Sviluppo Economico
Claudio Scajola


Illustre Presidente e caro Ministro,
ho appreso dalla stampa del piano energetico nucleare che il nostro Paese si appresta ad avviare d’intesa con la Francia.
E’ un fatto d’importanza storica per la riconsiderazione di scelte
passate che probabilmente hanno penalizzato il nostro Paese rispetto ai costi energetici che si sono dimostrati nel tempo una pericolosa limitazione allo sviluppo industriale.
La Società Chimica Italiana che ho l’onore di presiedere e che rappresenta la più importante Società Scientifica Italiana con i suoi 5000 soci ha fra le sue strutture attivato da tempo un Comitato di esperti nel settore nucleare. Saremmo lieti di poter mettere a disposizione del nostro Paese e del nostro Governo tali competenze, frutto di esperienze e professionalità di valore e riconoscimento internazionale.
Sperando di ottenere il vostro interessamento, resto a vostra disposizione.
Distinti saluti

Luigi Campanella
Presidente Società Chimica Italiana

 

Logo INFN colori

Istituto Nazionale di Fisica Nucleare
Sezione di Milano

Logo Universita’ Grande Colori

Università degli Studi di Milano
Dipartimento di Fisica


SCI

Società Chimica Italiana
Italian Society of Chemistry

This pages are done by Flavia Groppi and Mauro Bonardi

Azioni sul documento